in

La mia eccitante esperienza a tre

“Qual è una cosa che vuoi fare prima di morire?” mi ha chiesto il mio ragazzo Daniel alla fine dell’anno scorso.

“Fare sesso con una donna”, ho risposto, senza esitazione.

“Interessante”, mi disse, facendo un cenno con la testa.

Non sapevo che, appena tre mesi dopo, Daniel sarebbe stato in piedi in un angolo della mia stanza a guardarmi mentre andavo a letto con un’altra donna, prima di strappargli i pantaloni e unirmi a lui.

Avevo iniziato a vederlo l’anno scorso, e abbiamo subito passato molto tempo insieme nudi a letto/sulla panca della cucina/sulla sua sauna. Un mese dopo sono tornata nella mia città natale per Natale. Anche se le cose si facevano serie, non eravamo ancora una coppia fissa. Così, mentre finivamo a fare sesso quasi tutte le sere mentre ero via, passavo anche la mia buona parte delle serate a pomiciare con le donne. Da qualche bacio in pista da ballo da ubriaca, fino a quando ho infilato la testa sotto la gonna di un’altra donna per la prima volta in vita mia (il tutto mentre ero chiusa in un gabinetto), mi stavo divertendo molto. E siccome volevo essere sincera con Daniel, non gliel’ho nascosto.

“Non è che mi dispiaccia o altro, ma diresti che sei bisessuale?” mi ha mandato un messaggio una mattina. Gli ho detto che non ero esattamente sicura – non avevo mai sentito il bisogno di mettere un’etichetta sulla mia attrazione per le donne.

“Quindi non stavi scherzando quando hai detto che volevi andare a letto con una donna?”. Chiese Daniel. “Che ne diresti di una cosa a tre?”. Anche se “le donne bisessuali vogliono tutte il sesso a tre” è lo stereotipo più grande e più dannoso, un rapporto a tre con una donna e un uomo è sempre stato nella mia lista delle cose da fare.

Neanche Daniel aveva mai chiesto un rapporto a tre, ma è venuto fuori che lo voleva. Mi disse che conosceva una donna a cui sarebbe piaciuto, e a giudicare dalle descrizioni che gli avevo fatto delle donne che mi piacevano, era esattamente il mio tipo.

Mi ha spiegato che Grace era bisessuale e aveva parlato di voler provare una cosa a tre un giorno. Daniel ha detto che avrebbe chiesto a Grace se le piaceva, e che le avrebbe mandato le mie foto se avessi voluto. Io ho accettato.

Grace ed io ci siamo subito seguite su Instagram, ed entrambe abbiamo detto a Daniel quanto abbiamo trovato attraente l’altra. Non sapevo nulla di lei, dato che Daniel non l’aveva mai nominata prima. Ma ho capito che erano solo due persone che sono andate a letto insieme una volta e poi sono diventati grandi amici.

Nelle settimane successive, noi tre facemmo un gruppo di Snapchat e ci mandammo dei nudi tra una foto e l’altra dei nostri cani. Era un equilibrio sano e salutare.

Dopo essere stata a casa per un mese, sono tornata in città per lavoro e ho passato il fine settimana successivo da Daniel. Gli chiesi di raccontarmi qualcosa di più su Grace. Dopotutto, se andavamo a letto tutti insieme, volevo almeno sapere di più.

A quanto pare, Daniel e Grace non erano solo vecchi amici… erano ex. Lui la frequentava in esclusiva da quasi un anno, tre anni fa, ma si era impegnato in una relazione ufficiale solo da pochi mesi prima di annullare tutto.

Si sono lasciati perché Grace ha capito che anche lei era interessata alle donne, e voleva esplorare quel lato della sua sessualità in modo indipendente. Daniel aveva sostenuto Grace in questo e i due erano rimasti amici. Ogni tanto andavano a letto insieme.

Dopo aver sentito questo, mi sono resa conto che se andassi avanti con la cosa a tre, andrei contro ogni consiglio che ho sentito: non fare sesso con qualcuno che conosci, tagliare tutti i legami con la persona in più quando è finita, o avere una prostituta come terza persona.

Ma non erano solo i consigli degli altri che nuotavano nella mia testa, erano le mie paure. Questo rovinerebbe la mia relazione e quella di Daniel prima ancora di cominciare? Mi sentirei insicura, o lui la voleva più di me? O sarebbe successo qualcosa che mi avrebbe fatto ingelosire, da cui non sarei mai andata avanti? Indipendentemente dalle mie preoccupazioni, sapevo di essere ancora curiosa… e davvero attratta da lei. Non riuscivo a togliermela dalla testa.

Circa due mesi dopo aver suggerito l’idea, noi tre siamo andati a fare colazione e abbiamo portato i nostri cani a fare una passeggiata. Finalmente ho avuto modo di incontrare Grace di persona, di vedere come lei e Daniel interagivano.

Per tutta la settimana, Grace ed io abbiamo guardato un porno a tre su pornovero.com e ci siamo mandati a vicenda screenshot di posizioni che volevamo provare. Ci siamo inviate foto in lingerie e abbiamo parlato dei colori e degli stili che ci piacevano di più. A volte mi sono fermata e ho confrontato il mio corpo con il suo, chiedendomi se Daniel desiderava che fossi in forma e naturalmente bella come la sua ex. Per lo più mi sono persa nel godermi la sua bellezza.

Una volta arrivato Daniel, ci trasferimmo tutti nella mia camera da letto e aprimmo una bottiglia di vino. Dopo altre chiacchiere e mani civettuole appoggiate sulle gambe, all’improvviso le labbra di Grace erano sulle mie e Daniel mi baciava il collo.

Daniel si è alzato per prendere un preservativo ed è finito sulla mia porta di casa, a guardare la sua ex ragazza e la sua attuale fidanzata che si divertivano l’una con l’altra. Lei mi succhiava i capezzoli mentre io le spingevo lentamente le dita dentro di lei. Mentre la sentivo gemere nella mia pelle ho pensato: “La mia lista di cose da fare prima di morire si sta accorciando”.

Non ci volle molto prima che mi muovessi e mi posizionassi tra le gambe di Grace, così potevo scendere su di lei. Ho inarcato la mia schiena, facendo spazio a Daniel per mettere il suo cazzo tra le mie gambe e penetrare me da dietro. Poi abbiamo provato tutte le posizioni che avevamo in mente.

Sono stata la prima a raggiungere l’orgasmo, con Daniel che mi ha seguito poco dopo. Esausti, soddisfatti, euforici esploratori, abbiamo poi entrambi rivolto l’attenzione a Grace. Alla fine, lei disse che probabilmente non avrebbe avuto un orgasmo – a prescindere da quanto fosse eccitata – dato che non era mai stata un’impresa facile. Daniel ha detto che poteva garantire per questo.

Invece, Daniel e Grace, che si considerano “donatori” che trovano più soddisfazione nel far venire qualcun altro, si sono alternati nel farmi piacere. Daniele mi sussurrava comandi all’orecchio mentre Grace mi faceva un ditalino per farmi venire. Poi, Daniel mi ha leccato il clitoride mentre era il turno di Grace di prendere le decisioni.

Written by Giovanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’amico di mia moglie

Il suo culo era mio